presentazione libro: Cronache Golose

 martedì 29 maggio

Dispensa Pani e Vini

Torbiato di Adro – via Principe Umberto, 23

dalle ore 19:30

Nel Dehors della Dispensa Marco Bolasco e Marco Trabucco presentano “Cronache Golose”, il nuovo libro scritto a quattro mani che racchiude vicende e aneddoti di 50 grandi chef che hanno fatto storia della ristorazione italiana. Un libro che non solo racconta le passioni di questi 50 uomini 

così simili e così diversi, ma contiene anche le loro ricette, una a testa, da condividere con il lettore. I racconti sono corredati da un’appendice con utili informazioni storiche e strumenti di analisi. Prefazione di Alessandro Baricco.

La presentazione del libro ha voluto essere per la condotta l’occasione per riproporre il ruolo della ristorazione di qualità e lo sviluppo di attività di produzione alimentare di qualità possono avere nello sviluppo di un territorio ma nella conquista di una qualità della vita per i cittadini che può derivare solamente da modelli di sviluppo sostenibile fondati sul rispetto e la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio ereditato.

In questi tempi di crisi non solo economica ma di un sistema, in cui il territorio di Franciacorta si sta ripensando SlowFood sostiene che la possibilità sia quella di ripartire dalla terra e che saranno vincenti quei territori capaci di porsi come identità e che sapranno ripensare a fondo le proprie potenzialità ripartendo dalla produzione del cibo e dalla valorizzazione delle produzioni identitarie.
La ristorazione di cui il libro racconta, non ha fatto solo la storia gastronomica italiana ma è servita e serve a sostenere, promuovere e valorizzare i territori in maniera unica. Al pari di altre forme di cultura la cucina è espressione della creatività italiana. Ma tra i suoi meriti c’è anche la promozione e la tutela della biodiversità, dei saperi produttivi tradizionali e dei territori.
La Cultura Gastronomica che questi chef o ristoratori hanno interpretato è servita a stimolare nei produttori l’adozione di pratiche produttive sostenibili e pulite, a sviluppare anche un approccio etico al mercato rappresentando forse oggi La Resistenza della Cultura Gastronomica Italiana.
Mangiare è un atto agricolo e produrre è un atto gastronomico (Wendell Berry).

L’iniziativa servirà a raccogliere fondi per la partecipazione delle Comunità Africane di Terra Madre al Salone del Gusto.
Il progetto “Mille orti in Africa” è coordinato dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus.
Fare un orto in Africa significa produrre cibo sano e fresco per la comunità, trasferire i saperi degli
anziani alle nuove generazioni, favorire la conoscenza dei prodotti locali, il rispetto dell’ambiente l’uso sostenibile di suolo e acqua, la salvaguardia delle ricette tradizionali. Significa anche ridare un valore al mestiere del contadino, oggi rifiutato dai giovani, In Africa come in molti altri continenti.

Mille Orti in Africa è un progetto bellissimo e concreto, perché dà sul territorio d’origine le competenze per autosostenersi a grandi fette di popolazione, a cui non serve carità pelosa, ma aiuti concreti e organizzati.
Il nostro territorio ha aderito al progetto orientando le proprie iniziative alla raccolta dei fondi a sostenerlo.

Con il contributo proveniente dalle attività della condotta abbiamo sostenuto le comunità africane di Terra Madre che hanno realizzato gli orti sotto elencati in Uganda:

  • Orto comunitario di Goli-Goli
  • Orto comunitario di Kawuna
  • Orto comunitario di Mulatsi
  • Orto scolastico di Bugema
  • Orto scolastico di Mbogo
  • Orto scolastico di Nyakibaale
  • Orto scolastico di Peace
  • Orto scolastico di St. Kizito

E’ possibile leggere una descrizione dell’orto alla pagina: Mille Orti in Africa


Dal 25 al 29 ottobre 2012 si svolgerà a Torino la quinta edizione di Terra Madre, l’incontro mondiale delle Comunità del Cibo. Le Comunità del Cibo di tutto il mondo, per la prima volta, insieme a tutto il pubblico del Salone del Gusto. Salone del Gusto e Terra Madre, infatti si fonderanno e daranno vita a un evento unico. Sarà l’opportunità di vivere una straordinaria esperienza legata alla diversità del cibo di ogni continente e una visione diversa, un po’ più Slow e un po’ più sostenibile, del mondo.
In previsione di ciò, nel Consiglio Nazionale di marzo, ogni Coordinamento Regionale ha adottato le Comunità del Cibo di uno o più paesi della rete di Terra Madre e si è impegnato a supportarne le attività ed il viaggio attraverso la raccolta fondi nel proprio territorio nel biennio 2012-2013.
Avremo dunque l’occasione per creare legami diretti tra le nostre Condotte e le Comunità del Cibo, finanziando il loro operato e creando momenti di incontro, scambio e condivisione; a partire dal Salone del Gusto e Terra Madre.
IL COORDINAMENTO REGIONALE LOMBARDIA HA SCELTO DI ADOTTARE le Comunità del Cibo di Kenya.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cucina. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...